Museo delle Origini dell'Uomo



INCISIONI ZOOMORFE SU PARETE ROCCIOSA NEL POST-PALEOLITICO



Fig. 33A4) Graffito rupestre raffigurante un cervo.
Misure : ?
Epoca : ?
Localizzazione : Isoletta di Ausevick, Norvegia.
NOTA : Questi graffiti su roccia si evidenziano quando hanno una luce laterale. Il colore scuro su questo graffito è stato dato per esigenze fotografiche, come il colore chiaro è stato dato per i graffiti Figg. 33A2 - 33A3 - 33A5.


Fig. 32A4) Bufalo gigantesco e struzzo.
Misure : ?
Tecnica di lavorazione : incisione per raschiamento, su rupi di roccia tenera.
Nel Tassili-n-Ajjer nel Sahara si contano da 400.000 a 500.000 opere come queste, e la loro datazione va dal Mesolitico alle epoche storiche, in quanto hanno continuato questa opera anche i pastori. Indubbiamente, questo è il luogo di culto con incisioni rupestri più grande del mondo.

Fig. 33A6) Graffito su roccia di un elefante con il suo piccolo.
Misure : ?
Epoca : ?
Opera di Boscimani, che probabilmente hanno una tradizione tecnica e artistica diversa da quella dei Boscimani produttori di dipinti.
Provenienza : Gestopftefontein, Sud Africa.
NOTA : è probabile che questo frammento di roccia con graffiti sia stato staccato dalla rupe da qualche collezionista, e quindi tolto dall'originale luogo di culto.





NEXT

Index

HOME PAGE


CCopyright©1999-2009 by Museo delle Origini dell'Uomo, all rights reserved.