Museo delle Origini dell'Uomo



DIPINTI ZOOMORFI IN GROTTA DEL PALEOLITICO SUPERIORE




Fig. 31,2) Cavallo dipinto nella Grotta di Lascaux, Francia.
L'animale fugge sotto una pioggia di frecce. I cavalli erano uccisi perchè l'uomo se ne cibava.
E' opinione diffusa che questo dipinto di alto valore artistico rientri nel rito della magia che sovrintende alla caccia.
Misure : ?
Paleolitico superiore


Fig. 31,3) La volta della grotta di Lascaux, Dordogna, Francia.
Sono visibili dipinti di mammiferi di cui l'uomo si cibava. Per dipingere animali nelle volte alte delle grotte, dovevano essere fatti dei palchi in legno.
NOTA : Non bisogna dimenticare che, mentre nelle grotte di Dordogna, nella Grotta di Altamira, e in altre grotte franco-cantabriche si produceva una pittura zoomorfa, intorno a queste zone, e in altre zone d'Europa, altre civiltà artistico-religiose producevano scultura antropomorfa.


Fig. 31,4) L'Abate Henry Breuil (1877-1961).
Lo studioso è accovacciato in ammirazione dei dipinti zoomorfi sotto la volta della Grotta di Rouffignac (Francia), che è stata scoperta il 26/6/1956 da L.R. Nougier e dal suo collaboratore Romain Robert.
Questa foto risale al 17-7-1956 quando l'Abate Breuil all'età di 79 anni trascorse 12 ore davanti ai dipinti di mammut e di rinoceronti, che secondo lui sono i più belli della pittura del Paleolitico superiore.
La grotta di Rouffignac contiene dipinti e incisioni di 100 mammut.


Fig. 31,5) Due bisonti nella Grotta di Niaux, Francia.
Misure : lungh. cm. 95.
Nel Paleolitico superiore, in questo caso nel Maddaleniano, anche in pittura, come in scultura, vi erano vari stili. Questi due bisonti sono stilisticamente realistici, mentre il cavallo di Lascaux (Fig. 31,2), è stilisticamente molto fantasioso, cioè è inventato, si notino la testa e le gambe più piccole del reale, in quanto non si mangiano, e il corpo più grosso del reale, in quanto si mangia, ma tutto fatto con estrema eleganza.
Questi due bisonti risultano deturpati da vandali, prima che la grotta fosse tutelata.




Fig. 31,7) Giraffa dipinta nella Grotta di Altamira, Santander, Spagna.
Misure : ?
La giraffa non era rara nella fauna europea del tardo Paleolitico superiore, come si rileva dalle evidenze archeologiche; tuttavia, si resta increduli pensando che in epoca "glaciale" convivessero in Europa giraffe e renne.
Le raffigurazioni di animali nel Paleolitico superiore sono testimanianza di animali che in Europa non esistono più; così come le sculture litiche antropomorfe del Paleolitico inferiore, medio e superiore, sono la testimonianza di specie umane che non esistono più.




Fig. F33) Scena di due renne al pascolo.
Lungh. 245 cm.
Grotta di Font-de-Gaume (France).
Paleolitico superiore.
(Ricostruzione, disegno dell'abate Breuil).



Fig. F34) Cavalli chiazzati dipinti in nero, le macchie nel collo e sotto la pancia si espandono oltre i corpi.Le teste dei cavalli si affusolano verso una forma che e' propria della roccia.
La parete include molte mani "in negativo".
Paleolitico superiore.
Grotta di Pech-Merle (Francia)



Fig. F35) Mammut dipinto su parete.
Grotta:: Les Combarelles (Francia).
Cultura maddaleniana.
Paleolitico superiore.
(Da un disegno del 1912).





NEXT

Index

HOME PAGE


Copyright©1999-2009 by Museo delle Origini dell'Uomo, all rights reserved.